8 attrici da celebrare l’8 marzo

0
776
attrici 8 marzo

attrici 8 marzo

In occasione dell’8 marzo, la festa della donna, vogliamo omaggiare tutti i diritti e le conquiste che le donne, attraverso movimenti politici e lotte civili, hanno ottenuto.

Le donne nel cinema del passato hanno spesso subito uno sguardo maschile, riduttivo e funzionale all’esaltazione dell’eroe uomo. Solo negli ultimi anni le vicende hanno acquisito spessore psicologico e ridotto gli stereotipi attribuiti al gentil sesso. La strada da fare è però ancora lunga.
Per questo motivo abbiamo deciso di festeggiare la Giornata internazionale della donna, attraverso le storie vere di attrici e donne di cinema. La vita aiuta a infrangere i pregiudizi e queste donne hanno cercato più che mai di usare l’arte e la celebrità per parlare della realtà.
Abbiamo quindi stilato un elenco di 8 attrici da celebrare l’8 marzo.

Emma Watson

attrici 8 marzo
Emma Watson
Durante la promozione del suo ultimo film, la rivisitazione in chiave live action del classico Disney La Bella e la Bestia, Emma Watson è stata esposta mediaticamente come non mai. L’attrice ha scelto di rompere il silenzio, derivato dalla sua inattività sugli schermi, per proporre al grande pubblico temi come il femminismo, la privacy e la libertà nel disporre del proprio corpo. A seguito di una serie di fotografie scattate per Vanity Fair, l’attrice è stata accusata di essere contraddittoria rispetto alle istanze femministe da lei portate avanti. La risposta è stata arguta e pertinente: “essere femministi significa dare una scelta alle donne. Il femminismo non è un bastone con cui attaccare le donne, ma riguarda la libertà e la liberazione. Non so cosa il mio seno abbia a che fare con questo“. Direi che, per l’8 marzo, non può esserci testimonial più autorevole. Che si sia d’accordo o meno nei toni e nelle argomentazioni, il tema posto è di un’importanza capitale nella società contemporanea.

Angelina Jolie

attrici 8 marzo
Angelina Jolie
Si potrebbe parlare a lungo dell’impegno sociale di Angelina Jolie. L’attrice presta infatti servizio come ambasciatrice per l’alto commissariato dell’Onu (UNHCR). Tra campagne contro la violenza sulle donne, attività di sensibilizzazione sui drammi del cancro al seno, e attività umanitarie, Angelina Jolie è riuscita a scrollarsi di dosso l’immagine di donna affascinante ma senza personalità. Con il suo contributo nella società, oltre che essere encomiabile, la Jolie ha mostrato di sapere utilizzare in modo positivo la fama e la notorietà. L’8 marzo appartiene alle donne come lei.

Kathryn Bigelow

attrici 8 marzo
La regista Kathryn Bigelow
Tra le donne più influenti del cinema troviamo anche Kathryn Bigelow, la prima donna a vincere un Oscar come miglior regista. Il premio per The Hurt Locker fu particolarmente significativo grazie al suo carattere e al suo stile. La Bigelow è una stella solitaria nel panorama hollywoodiano, una artista autentica che trascende le definizioni e scardina gli stereotipi. Il suo è un cinema viscerale, duro, violento. Un tempo, i suoi film sarebbero stati definiti “da uomini”. Oggi, grazie al suo duro lavoro, al talento e ai premi vinti possiamo ridere di queste definizioni. Kathryn Bigelow ha dimostrato che l’arte non ha sesso, non è né uomo né donna ma è umana più che mai.

Brie Larson

attrici 8 marzo
Brie Larson
Brie Larson è stata, durante la cerimonia degli Oscar, una delle annunciatrici più discusse. Ha suscitato un grande clamore la sua decisione di non applaudire la vittoria di Casey Affleck. L’attore, premiato per Manchester by the Sea, è stato nel 2010 al centro di due accuse per molestie sessuali. Non è nostra intenzione entrare nel dibattito giuridico ma crediamo che questi temi debbano essere affrontati solo quando si è a conoscenza di fatti veri e comprovati e non basandosi sulla notizie diffuse dai tabloid. Fatto sta però che Brie Larson va ricordata, in occasione dell’8 marzo, per essere riuscita a sollevare un tema fondamentale come quello della violenza sulle donne. In particolare il suo gesto ha aperto una piccola fessura nel velo di omertà che, spesso, circonda Hollywood.

Ava DuVernay

attrici 8 marzo
Ava DuVernay
La regista di Selma e XIII Emendamento è una delle più influenti attiviste per i diritti degli afroamericani. Attraverso i suoi film, la regista racconta le oppressioni delle minoranze etniche svelando le radici del razzismo ancora presenti in America. Ava DuVernay è la prima donna afroamericana ad essere stata candidata ai Golden Globes. Ad oggi è una delle artiste femminili che meglio è riuscita a raccontare temi già affrontati al cinema, aggiungendo una sensibilità tutta nuova e di grande efficacia.

Meryl Streep

attrici 8 marzo
Meryl Streep
Forse la più politica, e quindi controversa, della lista, Meryl Streep non ha bisogno di presentazioni. Negli ultimi mesi l’attrice è stata al centro di una vigorosa (e forse disastrosa, dato l’esito) campagna contro il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Il suo ruolo di attivista politica le ha portato numerose critiche, ma è innegabile quanto la sua energia sia ammirabile. Impegnata su molti altri fronti, la Streep ha ricevuto un prestigioso premio per la sua lotta all’uguaglianza. La comunità LGBT le ha infatti assegnato il riconoscimento per avere usato la propria voce pubblicamente in favore dei diritti delle persone omosessuali. Talento e impegno civile coniugati in una delle figure più importanti del cinema contemporaneo. Questa è Meryl Streep.

Ellen Page

attrici 8 marzo
Ellen Page
La carriera di Ellen Page ha avuto inizio con il dolce ruolo della coraggiosa Juno. La commedia di Jason Reitman raccontava la maternità inattesa dalla giovane protagonista. Juno è un personaggio impossibile da dimenticare, una ragazza non ancora pronta a diventare donna, dal carattere forte e arguto. La seconda svolta nella carriera dell’attrice avvenne in seguito al suo coming out nel 2014. Da quel momento Ellen Page ha accettato numerosi ruoli gay, facendosi ambasciatrice di molte lotte per l’uguaglianza e i diritti delle persone omosessuali.

Brigitte Bardot

attrici 8 marzo
Brigitte Bardot
Splendida e discussa, Brigitte Bardot non poteva mancare in questa lista di donne attive nel sociale. “La donna più bella e sensuale del mondo” decise di lasciare le scene nel 1973 per dedicarsi alla difesa degli animali. Pur non cessando di essere una figura controversa, BB ha creato una fondazione per i diritti degli animali con la quale ha combattuto numerose battaglie.
attrici 8 marzo
Questi sono solo alcuni esempi di attrici e registe che hanno utilizzato la loro fama per incidere, in modo concreto, sulla società e sull’universo reale. Per loro natura, le liste e gli elenchi sono sempre riduttivi. Invitiamo quindi i lettori a festeggiare con noi l’8 marzo, ricordando tutte le donne che, con grandi azioni o nel loro piccolo, hanno contribuito a “cambiare” il mondo.