IL BELLO, IL BRUTTO, IL CATTIVO: i film in uscita il 4 luglio

0
92

Anche questa settimana torna puntuale Il Bello, il Brutto, il Cattivo, la nostra rubrica dedicata alle novità in sala, per scoprire insieme le trame e i trailer dei film in arrivo su grande schermo il giovedì. Ecco i titoli più attesi, in uscita al cinema il 4 luglio 2024.

I FILM IN USCITA AL CINEMA IL 4 LUGLIO 2024

HORIZON: AN AMERICAN SAGA – Parte 1
Di Kevin Costner con Kevin Costner, Sienna Miller, Abbey Lee, Jena Malone, Isabelle Fuhrman, Wase Chief, Ella Hunt, Luke Wilson e Hayes Costner
(western)

Sinossi: percorrendo i quattro anni della Guerra Civile, dal 1861 al 1865, l’ambiziosa avventura cinematografica di Costner condurrà il pubblico in un viaggio emotivo attraverso un Paese in guerra con se stesso e vissuto attraverso il punto di vista di famiglie, amici e antagonisti che cercheranno di scoprire cosa significhi veramente essere “gli Stati Uniti d’America”.

LA MEMORIA DELL’ASSASSINO
Di Michael Keaton con Michael Keaton, James Marsden, Suzy Nakamura, Joanna Kulig
(thriller)

Sinossi: John Knox (Michael Keaton), è un sicario a cui è stata diagnosticata una malattia irreversibile che gli fa perdere progressivamente e rapidamente la memoria. Il figlio Miles (James Marsden), con cui ha rapporti tesi, chiede improvvisamente il suo aiuto: ha commesso un terribile crimine, e chiede a Knox di farne sparire le prove. Aiutato da un amico fidato (Al Pacino), affrontando l’acuta detective Ikari (Suzy Nakamura), Knox, cercherà di risolvere la situazione in una lotta contro il tempo e il ticchettio della sua mente in rapido deterioramento.

SBATTI IL MOSTRO IN PRIMA PAGINA
Di Marco Bellocchio con Gian Maria Volonté, Fabio Garriba, Carla Tatò
(dramma)

Sinossi: il film “racconta una storia che attraversa una serie di eventi reali – ha scritto Gian Piero Brunetta nella sua Storia del cinema italiano – che hanno scosso in quegli anni la coscienza del paese. Si va dai riferimenti a primi episodi terroristici, come le bombe alla Fiera campionaria di Milano del 1969, o di cronaca nera (la morte di Milena Sutter) a episodi di guerriglia urbana o a eventi traumatici come la strage di Piazza Fontana, la morte dell’anarchico Pinelli, o quella dell’editore Giangiacomo Feltrinelli”. Un film, prosegue Brunetta, che ha “la capacità di trasmetterci il senso di tensione sociale di temperatura ideologica in aumento e di lotta cieca e senza esclusione di colpi tra le varie forze organizzate, istituzionali e spontanee”.

LA MORTE È UN PROBLEMA DEI VIVI
Di Teemu Nikki con Pekka Strang, Jari Virman, Elina Knihtila, Hannamaija Nikander
(commedia)

Sinossi: a Risto e Arto tutto è andato storto. Il primo ha una dipendenza da gioco d’azzardo, un matrimonio sul punto di andare in pezzi e un’automobile con cui svolge servizio da becchino. Il secondo, da quando ha scoperto di essere nato con l’85% di cervello in meno rispetto alla media, si è trovato il vuoto intorno, abbandonato e insultato da amici, parenti e colleghi. Insieme, cercano maldestramente di trovare una soluzione alle loro esistenze; una ricerca su cui dovranno scommettere le loro stesse vite.

ACID
Di Just Philippot con Guillaume Canet, Laetitia Dosch, Patience Munchenbach, Marie Jung
(dramma)

Sinossi: durante un’ondata di caldo, strane nuvole iniziano a riversarsi sulla pioggia acida, seminando devastazione e panico in tutta il paese. In un mondo in bilico, una ragazza e i suoi genitori divorziati devono unire le forze per affrontare e cercare di sfuggire a questa catastrofe climatica.

WOKEN
Di Alan Friel con Maxine Peake, Erin Kellyman, Ivanno Jeremiah, Corrado Invernizzi, Oscar Coleman, Peter McDonald
(thriller)

Sinossi: Anna si sveglia in una stanza sconosciuta, in un’isola remota di cui non ha memoria. Davanti ha voltigentili che le parlano e la accudiscono ma che non riconosce. Anna è costretta a imparare di nuovo tutto di sé, di suo marito e della sua vita. Quando due individui sfigurati arrivano sull’isola, c’è un violento scontro e Anna realizza che la specie umana è prossima all’estinzione. Per salvare se stessa e il bambino che porta in grembo dovrà fare tutto ciò che è in suo potere.

HOLY SHOES
Di Luigi Di Capua con Carla Signoris, Simone Liberati, Isabella Briganti, Denise Capezza, Ludovica Nasti, Orso Maria Guerrini, Raffaele Argesano, Tiffany Zhou
(black comedy)

Sinossi: quattro personaggi e l’ossessione per le sacre scarpe simbolo del desiderio per eccellenza. Cosa siamo disposti a fare per trovare la nostra identità in un mondo dominato dal consumismo ?

Articolo anche su MaSeDomani.com

n.d.r. un clic sui link in azzurro per leggere gli approfondimenti sui film in uscita al cinema il 4 luglio 2024.