A Rainy Day in New York: il film di Woody Allen non vedrà mai la luce?

0
262
woody allen a rainy day in new york
A Rainy Day in New York di Woody Allen non vedrà mai la luce?
È passato un anno da quando Woody Allen ha ultimato A Rainy Day in New York, la commedia con le nuove stelle di Hollywood Timothée Chalamet, Elle Fanning e Selena Gomez e i “veterani” Jude Law e Rebecca Hall.
Dopo tutto questo tempo il produttore e distributore Amazon avrebbe dovuto dargli una release, cosa che, purtroppo, non accadrà più. La piattaforma ha difatti cancellato il film dalla distribuzione, accantonandolo a data da definire.
I motivi non sono conosciuti, o meglio non sono stati ufficialmente resi noti.
Quelli ufficiosi li sappiamo benissimo: con la nascita dal movimento #MeToo l’82nne regista è stato nuovamente accusato, in diretta tv sulla CBS, dalla figlia adottiva Dylan Farrow che in lacrime ha richiamato alla memoria i presunti abusi avvenuti nel 1992, quando aveva solo 7 anni.
Lo scandalo è solo la punta dell’iceberg: la burrascosa separazione da Mia Farrow e la conseguente guerra fra avvocati fecero venire a galla delle (in questo caso l’aggettivo “presunto”deve essere utilizzato più volte) foto pedo-pornografiche dell’allora figlia adottiva Soon Yi Previn.
Il resto della storia lo conoscete, quella ragazza è attualmente sua moglie, sposata in gran segreto a Venezia dall’ex sindaco Maurizio Cacciari.
Dopo l’intervista molti attori che hanno lavorato negli anni con Allen si sono dissociati da lui. Colin FirthRachel Brosnahan fino a Greta Gerwig, Ellen Page e Michael Caine hanno dichiarato che non lavoreranno più con lui. Timothée Chalamet e Rebecca Hall hanno devoluto il loro cachet a Time’s Up, un fondo per la difesa legale gratuita delle donne vittime di molestie
The Guardian e il New Yorker si sono chiesti se questa non sia la fine della carriera di Allen, una cosa lecita visto che l’establishment americano ha emesso la sua condanna ancora prima di un tribunale. Però a detta dei fatti non è propriamente così.
Uno dei pochi ad averlo difeso pubblicamente è Alec Baldwin che ha dichiarato: “Due Stati hanno indagato su di lui, New York e Connecticut, e non ci sono state incriminazioni. Ripudiare il suo lavoro è triste e ingiusto”.
Woody Allen continuerà a lavorare dirigendo il Gianni Schicchi di Giacomo Puccini nella stagione del Teatro alla Scala a luglio 2019, anche se non dirigerà film al cinema fino al 2020.
Qui sotto trovate una ricca gallery con le immagini dal set: