A STAR IS BORN, la recensione del film di Bradley Cooper con Lady Gaga

0
260
a star is born
Bradley Cooper e Lady Gaga in A Star Is Born (2018)
a star is born recensione
Bradley Cooper e Lady Gaga in A Star Is Born (2018)
Presentato fuori concorso alla 75. Mostra del Cinema di Venezia, A Star is Born segna il debutto alla regia di Bradley Cooper. Il film racconta la favola di una ragazza con grandi sogni che incontra il suo principe azzurro, pronto a portarla via dalla sua vita per offrirle un futuro pieno di successo. E così una semplice proposta diventa un’opportunità, quella attesa da anni, di coronare il più grande dei desideri.
A star is born segue la storia di Ally (Lady Gaga), una giovane cameriera che sogna di diventare cantante. Talento da vendere e padronanza della scena, Ally si esibisce in un locale notturno dove incanta i clienti con la sua magnifica voce. Una sera, così per caso, ad ascoltarla c’è Jackson Maine (Bradley Cooper), famoso cantante country-rock con un passato difficile e una dipendenza da alcool e droga che lo imprigiona da tempo. Tra i due scatta subito la scintilla: Jackson rimane folgorato dal talento e dalla bellezza di Ally. Da quel momento le loro vite cambieranno per sempre.
Terzo remake dopo il musical del 1954 con Judi Garland – a sua volta rifacimento del classico di William A. Wellman – e del film del 1976 con Barbra Streisand, il lungometraggio ripercorre la vicenda già conosciuta nelle precedenti pellicole rimescolando le carte in tavola per dar vita ad un collage di musiche e immagini da regalare alle future generazioni.
a star is born
Bradley Cooper e Lady Gaga interpretano Jackson Maine e Ally nel remake A Star is Born
Bradley Cooper canta, Lady Gaga recita: i ruoli arrivano a confondersi e poi a ribaltarsi, come in un sedicente gioco tra le parti. I brani di Jackson ricalcano la storia del suo trascorso turbolento e sregolato, accompagnato da note aspre e malinconiche fin dal primo fotogramma. Ally, invece, si trasforma poco per volta in Lady Gaga, in una meravigliosa stella che splende luminosa nell’olimpo della musica pop. E così il cavaliere (Jackson), apparentemente forte e sicuro, è colui che chiede soccorso, che viene salvato e accudito, mentre il bruco (Ally) si trasforma in farfalla e inizia a credere in se stessa.
A Star is Born corre lungo un tracciato tortuoso di amore e dolore, passione e follia, solitudine e abbandono. Bradley Cooper si avvale di una regia formale e pulita lasciando ai personaggi il compito di stabilire un contatto diretto col pubblico. C’è un trionfo di emozioni e romanticismo, di sentimenti condivisi e lacrime versate che rendono magiche le atmosfere di questo toccante melodramma destinato a scolpire la memoria del cinema musicale contemporaneo. Sorretto da una splendida colonna sonora, A Star is Born scalda il cuore con semplicità e naturalezza grazie all’incredibile alchimia tra i protagonisti e al sottofondo musicale che dona colore e significato alle parole. Una magnifica sorpresa che rilancia la carriera di Cooper (come attore e regista) e incorona Lady Gaga come diva iconica della nostra epoca.
T. Gallo – A. Rurali