GAME NIGHT – Indovina chi muore stasera?, la recensione del film con Jason Bateman e Rachel McAdams

0
464
game night
Jason Bateman e Rachel McAdams in una foto di Game Night
game night recensione
Jason Bateman e Rachel McAdams in una foto di Game Night
Max (Jason Bateman) e Annie (Rachel McAdams) sono una coppia affiatata, non solo in amore, ma anche nel gioco, di qualsiasi tipo. I due passano gran parte delle loro serate a casa con gli amici a divertirsi con giochi di società. Max vive anche un altro tipo di competizione: quella con il fratello maggiore Brooks (Kyle Chandler). Dopo parecchio tempo Brooks torna in città e decide di organizzare per il fratello “una serata con delitto” tra amici. Sarà quella l’occasione per Max di dimostrare le sue abilità e vincere la sfida. La serata, però, prende una piega inaspettata quando il gruppo scoprirà che il gioco, in realtà, non è quello che si aspettava.
Game Night – Indovina chi muore stasera? non è solo una black comedy, con tutti i crismi di una parodia, ispirata a trame originali molto più drammatiche (ad esempio The game di David Fincher), ma un prodotto che sviluppa una propria linea di racconto credibile e verosimile.
La chiave umoristica alla base del film, infatti, non è solo quella demenziale o politicamente scorretta, ma è un costrutto narrativo molto più articolato che integra all’aspetto ludico, letteralmente, quello del thriller classico.

game night

John Francis Daley e Jonathan Goldstein, alla loro seconda regia dopo Come ti rovino le vacanze, mettono in campo, imprevedibilmente, una serie di stratagemmi e situazioni goliardiche in uno stile che sposa i caratteri del thriller e del noir. Sangue, inseguimenti e scene buie infarcite di battute fuori luogo e discordanti rendono pienamente quella sensazione di spaesamento e contrasto che regge la tensione del film.
A fare da contraltare al ritmo, sempre impeccabile, della narrazione troviamo una solida sceneggiatura di Mark Perez che fa della cultura pop e del mondo del gioco da tavolo il perno su cui far oscillare la sua scrittura condendo il tutto con riferimenti molto attuali della società moderna (come i video tutorial o i like su Instagram). Chiaramente è lampante anche lo zampino di Daley e Goldstein, basti pensare alla sceneggiatura di Come ammazzare il capo …e vivere felici, film a cui questa pellicola sembra trarre ispirazione in alcuni sue parti.
game night
Jason Bateman e Rachel McAdams in una foto di Game Night
Così come il copione, anche il cast, nel suo complesso, funziona bene: Jason Bateman Rachel McAdams sono due perfetti adulti ragazzini spinti dalla competitività e da quella “paura” di diventare grandi e rinunciare alle serate di sfide con gli amici. I due attori portano a termine il loro compito senza mai essere sopra le righe o esagerare nel lato volgare delle  gag. Questo bilanciamento tra irriverenza e spontaneità rende “più riuscite” le scene comiche con i due protagonisti, in un mix di goffaggine e tenerezza.
Tra gli altri attori troviamo anche Kyle Chandler e Jesse Plemons, poco legati al mondo della commedia nera e che, forse proprio per questo motivo, sembrano aver colto la sfida e realizzato personaggi efficaci e riconoscibili.
La curiosità di scoprire “come va a finire” rende il film vivace e scorrevole e, seppur non privo di qualche difetto, adatto per una serata tra amici.