Oscar 2017: cosa è successo durante l’annuncio del miglior film?

0
188
oscar 2017 cosa è successo
faye dunaway warren beatty oscar 2017 cosa è successo
Oscar 2017: cosa è successo durante l’annuncio del miglior film?
L’89esima edizione degli Academy Awards verrà ricordata nella storia del cinema per anni. La serata condotta da Jimmy Kimmel, fra momenti soporiferi e battute a anti-Trump ha subito una scossa senza precedenti.
Ma cosa è successo esattamente?
Siamo al rush finale, Emma Stone ha appena ritirato il premio come “miglior attrice protagonista”, ed ecco salire sul palco Faye Dunaway e Warren Beatty.
Nelle mani dell’attore e regista la busta rossa. In sala cala il silenzio. La busta viene aperta e dopo un momento interminabile Faye annuncia il vincitore: La La Land!
La felicità è incontenibile, sul palco salgono tutti i produttori e, tra l’euforia e la commozione generale, il primo a parlare è il produttore Jordan Horowitz. Improvvisamente l’aria di festa cambia: Emma Stone non sorride più e il suo volto tirato fa trasparire la tensione.
Dopo i ringraziamenti di Marc Platt, storico produttore di Hollywood, è il turno di Fred Berger. Dietro di lui regna caos ma ormai la situazione è chiara; non fa in tempo a ringraziare il padre Jess che dice “we lost by the way”.
E’ Jordan Horowitz a svelare l’arcano. E’ il film di Barry Jenkins Moonlight ad aver vinto come “miglior film” e non La La LandHorowitz, visibilmente alterato, dice che non è uno scherzo e invita Barry Jenkins e tutta lo staff dei produttori a salire sul palco.

moonlight best pictures

Jimmy Kimmel tenta di sedare gli animi dei presenti con l’ironia: “E’ colpa mia, sapevo che avrei rovinato tutto prima della fine. Buonanotte a tutti, prometto di non tornare più”.
In questo momento il popolo del web si divide: ci sono i detrattori di La La Land che hanno perso l’ultimo barlume di ragione. Secondo il loro pensiero questa è la giusta “punizione” per un film mediocre e inflazionato. Per altri la vittoria di Moonlight è un chiaro attacco politico alla dirigenza Trump. L’Academy ha voluto lanciare un messaggio di dissenso forte e deciso: quando la Presidentessa Cheryl Boone Isaacs ha detto “la prova che l’arte non ha frontiere, non ha un solo linguaggio e non appartiene a una sola fede”, tutto è sembrato molto chiaro.
Ma come mai è accaduto questo?
Il network che “gestisce” le votazioni si chiama PricewaterhouseCoopers e appositamente per la serata ha due valigette con le 24 nomination. Ogni categoria col vincitore risulta essere in duplice copia.
Se osservate attentamente qui sotto noterete che Beatty ha in mano la busta con scritto “Actress in a Leadin Role”; ci sembra più che ovvio l’errore umano nel consegnargli la busta errata.

warren beatty busta

La società, conscia dell’errore commesso, ha rilasciato una comunicato stampa ufficiale:

Ci scusiamo sinceramente con Moonlight, La La Land, Warren Beatty, Faye Dunaway, e gli spettatori degli Oscar per l’errore che è stato fatto durante l’annuncio per il Miglior Film. I presentatori hanno ricevuto per errore la busta della categoria sbagliata, e quando è stato scoperto l’errore lo abbiamo corretto immediatamente. Al momento stiamo indagando su come sia stato possibile tutto ciò, e ci dispiace moltissimo per ciò che è accaduto. Apprezziamo la calma con cui i nominati, l’Academy, la ABC e Jimmy Kimmel hanno gestito la situazione.

(PwC)

Prima di concludere, permetteteci esprimere solidarietà a favore di Warren Beatty, prossimo a compiere 80 anni il 30 marzo 2017.
In un mondo dove l’età è un taboo, un uomo “anziano” che commette indirettamente un errore è considerato “demente”. Noi di CineAvatar ci dissociamo dalle parole offensive rivolte sul web verso Beatty, rimarcando il nostro rispetto verso un grande artista che vanta 50 anni di esperienza nel mondo del cinema.