Chris Evans: “Non sarò più Captain America dopo Avengers 4”

avengers infinity war

Sarà Bucky Barnes (Sebastian Stan) a raccogliere l’eredità di Steve Rogers (Chris Evans)?

Dopo aver interpretato Captain America nei tre film dedicati a Steve Rogers (e quattro in coro con gli altri Avengers), Chris Evans depone lo scudo.
Un articolo sul New York Times riporta, infatti, alcune informazioni “rivelatorie” sull’attore americano:
L’anno scorso ha girato insieme gli ultimi due film Marvel per cui è sotto contratto: Avengers: Infinity War e un sequel che uscirà il prossimo anno. Per ora non ha nessun piano di tornare nel franchise (“Vuoi scendere tu dal treno prima che ti spingano giù”, ha detto) e pensa che i reshoot pianificati per il prossimo autunno segneranno la fine della sua esperienza nel familiare supercostume rosso, bianco e blu.
Stando a queste informazioni, Captain America non dovrebbe perire nello scontro frontale con Thanos anticipato dal trailer di Avengers: Infinity War. Che non gli vada altrettanto bene nel film successivo?
Difficile pensare a un recasting del ruolo di Steve Rogers, ormai divenuto un tutt’uno col volto e la presenza scenica di Evans. Più probabile, a questo punto, che il posto del suo alter ego con lo scudo venga preso da qualche altro personaggio dopo Avengers 4.
Saranno Sam Wilson/Falcon (Anthony Mackie) o Bucky Barnes (Sebastian Stan), come già accaduto nei fumetti?
L’attore al momento si è preso una pausa da Hollywood per sbarcare a Broadway. Sarà un oppressivo poliziotto in Lobby Hero, una pièce teatrale diretta da Kenneth Lonergan (premio Oscar come sceneggiatore di Manchester By The Sea).
In alcune dichiarazioni rilasciate in questi giorni, Evans ha confessato che gli mancheranno molto l’atmosfera trovata sui set dei film Marvel e l’esperienza umana fatta in questi anni nel fortunato franchise.

Potrebbero piacerti...

Shares