Addio a Tobe Hooper, regista di “Non Aprite Quella Porta” e “Poltergeist”

0
167
tobe hooper
tobe hooper stephen king
Addio a Tobe Hooper, regista di “Non Aprite Quella Porta” e “Poltergeist”
Questo 2017 ha ci portato via un altro maestro del cinema horror contemporaneo.
Tobe Hooper, regista di cult come Non Aprite Quella Porta e di Poltergeist, è morto a 74 anni a Sherman Oaks, in California.
La conferma ufficiale è arrivata dal medico legale che non ha fornito dettagli sulle cause.
Nel 1974 con 300.000 dollari, Hooper diresse quello che oggi è considerato una pietra miliare del Cinema di genere, quel Non Aprite Quella Porta (The Texas Chainsaw Massacre) che fece conoscere a mondo il personaggio di Leatherface e la sua famiglia di cannibali psicopatici.
Girato sotto forma di mockumentary, il film guadagnò 30 milioni di dollari e portò alla vetta questo insegnate di college con il sogno di diventare regista.
Prima di allora nessuno aveva osato imporre un approccio così realistico in un film horror; proprio per questo Hooper si guadagnò la stima di registi come George Romero (scomparso anche lui recentemente) e Dario Argento.
Nel 1977 gira Quel Motel Vicino alla Palude e prende spunto dalla follia omicida di un serial killer degli anni 30, Joe Ball detto The Alligator Man. Così come Faccia di Cuoio era ispirato a Ed Gein, l’omicida che utilizzava parti di cadaveri delle sue vittime per arredare casa, Tobe Hooper riprese un altro killer e lo portò nel suo mondo cinico e totalmente anti- didascalico.
Nel 1982 Steven Spielberg gli affida la regia di Poltergeist – Presenze Demoniache, che all’epoca conquistò il pubblico mondiale e che oggi viene considerato come un cult di genere.
La leggenda della maledizione che portò alla morte di Heather O’Rourke e Dominique Dunne, quest’ultima uccisa dal fidanzato, ha reso la famosa casa della famiglia Freeling meta di pellegrinaggio.
Il suo cinema lontano da certi canoni morali e senza filtri ci mancherà. Addio Mr. Hooper.