50 sfumature di…Leonardo Pieraccioni!

0
61

pieraccioni

“Allora, diciamo che oggi compio 50 anni in lire anche se dentro me li sento in euro. Diciamo così…”.
Con queste parole Leonardo Pieraccioni annuncia sarcasticamente su twitter i suoi 50 anni.
Mezzo secolo di comicità, ironia, risate e divertimento per il poliedrico artista toscano, nato il 17 febbraio del 1965, anno in cui spopolava in tutta Italia il mitico Amici Miei di Mario Monicelli, un vero mentore accademico  per il giovane Pieraccioni che intraprese il suo percorso nella settima arte, ispirandosi all’illustre regista italiano e ai suoi capolavori universalmente riconosciuti. E fu proprio il destino a volere che la voce fuori campo de Il Ciclone fosse proprio del maestro Monicelli.
Un sentito omaggio al comico di Firenze, senza dubbio tra gli esponenti più significativi della comicità toscana e della commedia italiana contemporanea. Le tappe  più significative della sua carriera lo hanno visto sempre circondato dagli amici Rocco Papaleo, Massimo Ceccherini e Giorgio Panariello e da un parterre di donne mozzafiato.
Dopo il debutto in TV a soli 16 anni nella trasmissione  Un ciak per artisti domani, Pieraccioni inizia la sua ascesa nel mondo dello spettacolo formando insieme a Carlo Conti e Giorgio Panariello il trio ‘Fratelli d’Italia’, che conquistò il pubblico in tutti i teatri toscani.
Scritturato da Alessandro Benvenuti per un ruolo nel film Zitti e Mosca, viene lanciato sul grande schermo come attore debuttante e dopo numerose esperienze televisive e teatrali, nel 1995 firma il suo primo film alla regia I Laureati, di cui è anche sceneggiatore ed interprete. Ma è il 1996 l’anno della sua consacrazione definitiva, quando nelle sale italiane debutta Il Ciclone e diventa subito un fenomeno culturale, sbancando i botteghini della penisola con un incasso totale di 75 miliardi di lire (record nella stagione cinematografica 1996/1997) e segnando il suo ingresso nell’olimpo del cinema comico italiano.
Con una spiccata simpatia e un’innata spontaneità, il poliedrico artista è riuscito a coinvolgere intere generazione di spettatori, grazie ai suoi tormentoni e alle sue esilaranti pellicole, immancabilmente contraddistinte da quell’ironia diretta e sanguigna che è diventata col tempo il suo indiscutibile marchio di fabbrica.
BUON COMPLEANNO LEONARDO!