Joaquin Phoenix nel biopic di Gus Van Sant sul disegnatore John Callahan

0
185
joaquin phoenix gus van sant
Joaquin Phoenix in "Da Morire" di Gus Van Sant (1995)
Joaquin Phoenix in “Da Morire” di Gus Van Sant (1995)
A 21 anni di distanza da quel “Da Morire”, con una diabolica e provocante Nicole Kidman che seduceva fino a plagiarlo un giovanissimo Joaquin Phoenix. Quest’ultimo tornerà a lavorare con il regista Gus Van Sant in un biopic dedicato al disegnatore John Callahan, soprannominato “l’umorista del lato oscuro della vita” e amato ed ammirato da personaggi illustri come Richard Pryor, Robin Williams e Bill Clinton.
Intitolato provvisoriamente Don’t Worry, He Won’t Get Far on Foot, il film narrerà la tormentata vita del disegnatore, un genio sregolato morto prematuramente nel 2010.
Callahan iniziò a bere a soli 12 anni e a 21 rimase tetraplegico in un incidente d’auto, causato dalla guida in stato di ebrezza. A 27 anni smise di bere e iniziò il suo percorso di riconciliazione con la famiglia, cominciando a disegnare con tutte e due le mani e venendo spesso contestato per la durezza dei temi trattati. Fra le passioni sue passioni c’erano anche il canto e la musica.
Qui sotto vi proponiamo un suo pezzo con degli estratti video personali:

Robin Williams, amico di Callahan (con il quale aveva lavorato scrivendo le introduzioni per alcuni suoi libri), cercò di portare sul grande schermo l’opera Will the Real John Callahan Please Stand Up? senza però riuscirci.
Fonte: The Hollywood Reporter