355: Jessica Chastain in uno spy-movie tutto al femminile

0
945
Molly's Game recensione
Jessica Chastain interpreta Molly Bloom nel biopic Molly's Game
Molly's Game recensione
Jessica Chastain: dal poker clandestino di Molly’s Game alle spie di 355
Jessica Chastain, Marion Cotillard, Penelope Cruz, Fan Bingbing e Lupita Nyong’o.
Questo è il cast stellare svelato a Cannes di 355, il nuovo film di Simon Kinberg (Dark Phoenix).
Come riportato in esclusiva da Deadline, 355 sarà un thriller di spionaggio al femminile sulla scia di Mission: Impossible e James Bond, con la speranza di essere il primo capitolo di una serie.
Il film, scritto da Theresa Rebeck (Trouble), nasce da un’idea presentata proprio da Jessica Chastain al regista sul set di Dark Phoenix, prossimo film sugli X-Men.
L’attrice ha così dichiarato:
È stato così bello lavorare a The Help, da allora ho sempre voluto rifare un altro film tutto al femminile. Adoro i film di Bourne, i Mission: Impossible… mi chiedevo come mai, a parte Charlie’s Angels, non ci sia stato un altro film di spionaggio con un cast di attrici. Mi ha stuzzicato pensarci, insieme all’idea di creare un cast di donne da tutte le parti del mondo, per renderlo un progetto davvero internazionale. Ho realizzato che avremmo avuto una grande libertà creativa con qualcosa del genere. Ho presentato l’idea a Simon, gli ho detto delle attrici a cui stavo pensando e lui è stato dolcissimo. Ha detto “voglio essere io a farlo”.
Allora ho chiamato le altre, ho detto loro della mia visione, che lo immaginavo come un processo di collaborazione e che avremmo tutte contribuito a crearlo. È importante che ora siamo tutte insieme qui a Cannes, è l’inizio del nostro viaggio insieme. Ogni attrice che ho contattato ha detto di sì, al telefono, anche a venire a Cannes. Finora è stato un processo meravigliosamente semplice.
Jessica Chastain ha parlato anche di come il suo ruolo in Zero Dark Thirty l’abbia messa inizialmente in contatto col mondo dello spionaggio.
Abbiamo un consulente straordinario nel nostro film. Il titolo viene da una conversazione avuta con lui.
Agente 355 era il nome in codice di una donna che faceva la spia durante la rivoluzione americana. È stata una delle prime spie degli Stati Uniti e la sua identità è ancora sconosciuta. Per molte donne che lavorano alla CIA e in altre organizzazioni simili, Codice 355 è un nomignolo per indicare una spia di sesso femminile.
È la donna invisibile che non ebbe mai un nome.
Sia la protagonista che il regista hanno tenuto a sottolineare che 355 sarà un film dai toni decisamente seri, in stile Bourne, e che non ci saranno trovate da commedia d’azione.