Killers of the Flowers Moon: Scorsese farà il film con Netflix a causa dell’alto budget?

0
18

martin scorsese netflix

Martin Scorsese è pronto a cimentarsi nel suo primo western Killers of the Flowers Moon con Robert De Niro e Leonardo DiCaprio. Il due sono alla quarta collaborazione dopo Voglia di Ricominciare (1993, DiCaprio aveva appena 19 anni), La Stanza di Marvin (1996) e il cortometraggio diretto sempre da Scorsese The Audition (2015).
Quello che è un trio inarrestabile di successo per un film che segna una svolta nella carriera di Scorsese potrebbe trovare un ostacolo nel budget. Secondo un rumor lanciato da Richard Rushfield di The Ankler, Killers of the Flowers Moon ha raggiunto la cifra esorbitante di 225 milioni di dollari, un problema non da poco se si pensa che The Irishman è costato “solo” 159 milioni.
Paramount non è pronta a sostenere tale spesa, per questo in aiuto potrebbe arrivare la piattaforma Netflix, con cui Scorsese ha instaurato un rapporto idilliaco in totale libertà creativa; potrebbero essere loro ad accaparrarsi il progetto senza doversi preoccupare di tutto quello che concerne il box-office. Distribuendolo sulla piattaforma il successo sarà assicurato bilateralmente, rendendo felici sia Scorsese sia Reed Hastings e Marc Randolph.
Killers of the Flowers Moon, tratto dal romanzo di David Grann, è incentrato sugli omicidi di Osage Nation, i cui membri della tribù dei nativi americani vennero sterminati dopo aver scoperto il petrolio nella loro riserva. Gli omicidi attirarono l’attenzione dell’allora neonata FBI.
Il film racconterà, come Gangs of New York, una parte di storia della fondazione degli Stati Uniti: Leonardo DiCaprio sarà il protagonista, Bob (De Niro) interpreterà William Hale, il “Re delle Osage Hills”, il responsabile della maggior parte degli omicidi. Per il resto, saranno attori nativi americani.