Inception: Michael Caine spiega il finale del film di Christopher Nolan

0
80
inception michael caine
Inception: Micheal Caine ha dissolto le nubi sul finale
Sono passati ben 8 anni da quando uscì nelle sale Inception, una delle pietre miliari della filmografia di Christopher Nolan.
In questi anni il finale aperto dove Cobb/DiCaprio lascia roteare il totem (dalla forma di una trottola) per correre a riabbracciare i suoi figli ha portato a chissà quante tavole rotonde di fans che hanno dato libero sfogo alle proprie teorie.
Ma cosa è il “Totem“?
Si tratta di un oggetto particolare che valica la fisica e permette di capire se si è in un sogno o nella realtà. Un oggetto fondamentale e di forma diversa per ogni “viaggiatore ” dei sogni.
Dopo le rivelazioni di Nolan nel 2015 questa volta è stato Michael Caine a eliminare quelle nubi.
Quella volta Nolan disse:
Nella parte finale del film, vediamo Cobb, il personaggio interpretato da Leonardo DiCaprio, riabbracciare i suoi figli. Questo, perlomeno, accade nella sua realtà soggettiva. Non gliene importa più di nulla, e questo ci fa capire una cosa: forse, tutti i livelli di realtà sono validi. La telecamera inquadra la trottola un attimo prima di vacillare, poi appare il nero.
Il regista non diede una lettura chiara e ferma ma si limitò a lasciare le porte aperte a qualsiasi teoria.
Michael Caine si è rivolto a una folla di giovani presenti a una proiezione estiva di Inception alla Somerset House di Londra, introducendo la pellicola.
Con queste parole ha scritto “The End” su un capitolo di storia del Cinema, che si ami Nolan o meno:
Christopher mi disse: Se tu sei in scena allora stiamo assistendo alla realtà. Altrimenti siamo all’interno di un sogno”.

Neanche a dirlo Sir Caine appare nelle scene finale e quindi si tratta della realtà, il mistero è finalmente stato svelato!
Riuscirete ad accettarlo? Diteci cosa ne pensate sui nostri social.
Fonte: Independent