Il Padrino Coda: La Morte di Michael Corleone, il trailer della nuova versione con finale alternativo

0
46

Paramount Pictures ha diffuso il trailer della nuova versione restaurata del capitolo conclusivo della leggendaria saga di Francis Ford Coppola

Il 25 dicembre 1990 usciva negli Stati Uniti Il Padrino – Parte III, l’ultimo capitolo – e il meno riuscito – della saga cult di Francis Ford Coppola, arrivato ben 16 anni dopo Il Padrino – Parte II.

Per celebrare il trentesimo anniversario Paramount ha annunciato l’arrivo della nuova versione restaurata, che uscirà in home video grazie a Universal Pictures Home Entertainment Italia il 10 dicembre, intitolata Il Padrino: La Morte di Michael Corleone, la vera visione che CoppolaMario Puzo avevano sognato per il capitolo finale.

Mentre i primi due film sono ampiamente considerati tra i più grandi film della storia del cinema, Il Padrino – Parte III non ha ricevuto forti consensi di pubblico e critica sperati, in parte per la scelta di dare il ruolo di Mary Corleone a Sofia Coppola. Il film ha seguito gli sforzi di Michael Corleone (Al Pacino), ormai anziano e malato di diabete, di estromettere la sua famiglia dall’impero criminale malavitoso.

LA FEATURETTE CON LA SPIEGAZIONE DI FRANCIS FORD COPPOLA

«Mario Puzo’s The Godfather Coda: The Death of Michael Corleone è un riconoscimento al titolo preferito di Mario e me e delle nostre intenzioni originali per quello che è diventato poi Il Padrino – Parte III», ha detto Coppola in una dichiarazione. «Per questa versione del finale, ho creato un nuovo inizio e una nuova fine, ho riarrangiato alcune scene, riprese e spunti musicali. Con questi cambiamenti nelle riprese e i suoni restaurati, per me, è una conclusione più appropriata per Il Padrino e Il Padrino – Parte II e sono grato a Jim Gianopulos e alla Paramount per avermi permesso di rivisitarlo.»

Ci sono voluti più di sei mesi e ha comportato la setacciatura di 300 scatole di negativi. American Zoetrope ha lavorato su degli scan in 4K per riparare graffi, macchie e altre anomalie che non potevano essere affrontate in precedenza a causa di vincoli tecnologici, mentre sono stati apportati miglioramenti al mix audio 5.1 originale.