Il Padrino Coda: La Morte di Michael Corleone, il trailer della nuova versione con finale alternativo

0
320

Paramount Pictures ha diffuso il trailer della nuova versione restaurata del capitolo conclusivo della leggendaria saga di Francis Ford Coppola

Il 25 dicembre 1990 usciva negli Stati Uniti Il Padrino – Parte III, l’ultimo capitolo – e il meno riuscito – della saga cult di Francis Ford Coppola, arrivato ben 16 anni dopo Il Padrino – Parte II.

Per celebrare il trentesimo anniversario Paramount ha annunciato l’arrivo della nuova versione restaurata, che uscirà in home video grazie a Universal Pictures Home Entertainment Italia il 10 dicembre, intitolata Il Padrino: La Morte di Michael Corleone, la vera visione che CoppolaMario Puzo avevano sognato per il capitolo finale.

Mentre i primi due film sono ampiamente considerati tra i più grandi film della storia del cinema, Il Padrino – Parte III non ha ricevuto forti consensi di pubblico e critica sperati, in parte per la scelta di dare il ruolo di Mary Corleone a Sofia Coppola. Il film ha seguito gli sforzi di Michael Corleone (Al Pacino), ormai anziano e malato di diabete, di estromettere la sua famiglia dall’impero criminale malavitoso.

LA FEATURETTE CON LA SPIEGAZIONE DI FRANCIS FORD COPPOLA

«Mario Puzo’s The Godfather Coda: The Death of Michael Corleone è un riconoscimento al titolo preferito di Mario e me e delle nostre intenzioni originali per quello che è diventato poi Il Padrino – Parte III», ha detto Coppola in una dichiarazione. «Per questa versione del finale, ho creato un nuovo inizio e una nuova fine, ho riarrangiato alcune scene, riprese e spunti musicali. Con questi cambiamenti nelle riprese e i suoni restaurati, per me, è una conclusione più appropriata per Il Padrino e Il Padrino – Parte II e sono grato a Jim Gianopulos e alla Paramount per avermi permesso di rivisitarlo.»

Ci sono voluti più di sei mesi e ha comportato la setacciatura di 300 scatole di negativi. American Zoetrope ha lavorato su degli scan in 4K per riparare graffi, macchie e altre anomalie che non potevano essere affrontate in precedenza a causa di vincoli tecnologici, mentre sono stati apportati miglioramenti al mix audio 5.1 originale.