Ufficiale: Bryan Singer dirigerà X-Men: Apocalypse

La 20th Century Fox e Bryan Singer hanno siglato ufficialmente l’accordo che sancisce il ritorno del regista, dopo l’ultimo X-Men: Giorni di un Futuro Passato, alla supervisione del kolossal X-Men: Apocalypse. La notizia non poteva arrivare in un momento migliore, spazzando così ogni dubbio sul possibile cambio al timone del cinecomic targato Marvel, in seguito alle disavventure giudiziarie (ora risolte) che avevano coinvolto recentemente Singer. Soggetto e sceneggiatura saranno affidati al regista che svilupperà lo script insieme a Michael Dougherty, Dan Harris e Simon Kinberg. Proprio quest’ultimo, anche produttore della pellicola, è stato al centro di una serie di questioni ancora irrisolte sulla scelta dei nuovi attori, motivando: «Apocalypse continua la storia di First Class», ambientata negli anni’80, circa vent’anni prima del film X-Men che ha inaugurato il franchise nel 2000. Dunque come si potrebbero rendere più giovani i personaggi di Tempesta, Jean e Ciclope se non con un recasting? A tale proposito Kinberg spiega: «sarebbe davvero difficile perché Halle (Berry), Famke (Janssen) e Jimmy (Marsden) hanno svolto un lavoro magnifico per portare in vita quei personaggi. Ma è anche vero che prima di X-Men: L’Inizio non pensavamo di poter trovare degli attori da affiancare a Ian McKellen e Patrick Stewart…», ribadendo la possibilità di riaprire le ‘selezioni’ qualora fosse necessario. Il film, invocato con ansia dai fan della saga, uscirà nelle sale il 27 maggio 2016 con gli interpreti della ‘next generation’ (McAvoy, Fassbender, Lawrence, Peters) già confermati mentre per i ‘membri storici’ si attende con impazienza il lieto l’annuncio.
Ecco En Sabah Nur (“Il Primo” in egiziano), il più antico esemplare della razza mutante nato nel 3000 a.C. È lui l’immortale Apocalisse. 

x_men_apocalypse_anteprima


Potrebbero piacerti...

Shares