Dune potrebbe tornare in esclusiva per la sala, Warner e Legendary verso l’accordo

Dune è al centro di una enorme battaglia con Warner Bros.

Legendary Entertainment, studio cinematografico che ha coperto circa il 75% del budget di film come Dune e Godzilla vs. Kong, ha iniziato una lotta con Warner Bros., all’indomani della condivisione della nuova strategia di distribuzione dei contenuti.

Infatti, l’intera line-up della Warner Bros., programmata per un lancio nelle sale nel 2021, avrebbe invece ricevuto una distribuzione ibrida: un po’ al cinema, un po’ su HBO Max.

Warner Bros. non aveva però messo al corrente registi e studios in merito a questa nuova mossa, causando non poco sconvolgimento tra le parti. Questo effetto sorpresa ha spinto Legendary Entertainment a iniziare una dura lotta, che potrebbe diventare una vera e propria battaglia legale. Forte del fatto di essere stata presa alla sprovvista, Legendary potrebbe riuscire a ottenere una distribuzione cinematografica per Dune, mentre Godzilla vs. Kong andrà su HBO Max.

 

La decisione di dare priorità a Dune si basa su diversi punti. Innanzitutto, la data di uscita prevista a Ottobre 2021 permette ai vaccini anti Covid di essere somministrati in maggiore tranquillità, sperando quindi in un ritorno al cinema quasi normale. La release di Godzilla vs. Kong è prevista a maggio 2021. Inoltre, Dune viene visto come un potenziale franchise o saga cinematografica, ma solo una distribuzione nelle sale potrà determinarne il futuro.

Dune sarà infatti il primo capitolo dell’adattamento in due parti del romanzo di Frank Herbert. Il film potrebbe anche rappresentare un potenziale per sviluppare una serie TV sulla storia.

Dune
Foto di Paul Atreides e Lady Jessica (Timothée Chalamet e Rebecca Ferguson) in Dune

Molti registi coinvolti in questa vicenda si sono detti delusi. Denis Villeneuve (La Donna Che Canta), regista di Dune, è stato forse uno dei più rumorosi nell’esprimere dissenso. Il mese scorso il regista canadese ha pubblicato un pezzo su Variety in merito alla faccenda, affermando che la mossa avrebbe potuto uccidere il franchise.

Villeneuve stato molto duro con le sue parole:

Non c’è assolutamente amore per il cinema o per il pubblico qui. È tutto concentrato sulla sopravvivenza di un colosso delle telecomunicazioni che al momento riporta un debito astronomico di oltre $150 bilioni. Quindi, anche se Dune pensa al cinema e al pubblico, AT&T [che controlla Warner Bros.] pensa solo alla sua sopravvivenza in borsa. Il lancio di HBO Max per ora è stato un fallimento, quindi AT&T ha deciso di sacrificare l’intero palinsesto del 2021 della Warner Bros in un tentativo disperato di catturare l’attenzione del pubblico.

Insomma, se Legendary Entertainment dovesse vincere la sua battaglila, Villeneuve sarà sicuramente contento. E con lui tutti noi.

Fonte: IndieWire