Candyman, il trailer italiano del sequel prodotto da Jordan Peele in uscita il 26 agosto

0
218

Nia DaCosta dirige il nuovo capitolo del franchise horror con Tony Todd, sequel ufficiale del primo capitolo del 1992

Eagle Pictures ha pubblicato il trailer italiano di Candyman, che uscirà #soloalcinema il prossimo 26 agosto.

Scritto e prodotto da Jordan Peele e diretto dalla regista Nia DaCosta, il nuovo capitolo del franchise che di fatto si lega al capostipite diretto da Bernard Rose nel 1992.

Tony Todd ( il becchino della saga di Final Destination) ritorna a interpretare Candyman/Daniel Robitaille, lo schiavo della Louisiana dalle grandi doti artistiche nato dalla mente di Clive Barker. A Daniel venne commissionato il ritratto di Caroline, figlia del proprietario della piantagione; i due s’innamorarono e rimase incinta.

Lo scandalo portò al linciaggio dell’uomo, il quale venne prima cosparso di miele e tagliata la mano destra con una sega. Come atto finale venne messo di fronte uno specchio per assistere allo scempio sul suo corpo; prima di morire ripeté la parola che il pubblico urlava a squarciagola: Candyman. Fu così che il suo spirito si legò allo specchio e nacque la leggenda urbana.

In questo nuovo capitolo Yahya Abdul-Mateen IITeyonah ParrisNathan Stewart-Jarrett Colman Domingo.

SINOSSI

Scritto e prodotto da Jordan Peele, regista di Scappa: Get Out e Noi, Candyman è lo spiritual sequel dell’omonimo horror del 1992; ambientato come il suo precedente a Chicago nel quartiere Cabrini-Green, un tempo zona degradata della città e ora location “in” dove vive Anthony un artista talentuoso sempre in cerca di ispirazione per le sue opere. La leggenda di Candyman, oscura presenza che uccide brutalmente chi lo evoca dopo aver pronunciato cinque volte il suo nome in uno specchio, affascina Anthony che decide di capire se esista davvero. Ma Candyman è fin troppo reale e sta cercando un sostituto che prenda il suo posto, come nuovo spirito vendicatore.

IL POSTER

candyman trailer

La saga ha avuto due sequel nel 1995 e 1999.

Fonte: Universal Pictures