BAFTA 2018: trionfa Tre Manifesti a Ebbing, Missouri – I vincitori

0
155
bafta award 2017
bafta 2018
Martin McDonagh (al centro), protagonista assoluto ai BAFTA 2018
Come sempre, nel percorso di avvicinamento alla serata degli Oscar sono arrivati i BAFTA.
Tra i più importanti riconoscimenti a livello mondiale, i premi inglesi assegnati dalla British Academy of Film and Television Arts hanno evidenziato un chiaro vincitore tra le pellicole uscite nel 2017.
Come già intuibile dopo i Golden Globe e i premi dei vari sindacati di categoria, il film dell’anno è Tre Manifesti A Ebbing, Missouri di Martin McDonagh.
Il film anglo-americano si è aggiudicato 5 statuette (film, film britannico, sceneggiatura originale a McDonagh, attrice protagonista a Frances McDormand e attore non protagonista a Sam Rockwell) su 9 nomination, battendo l’avversario designato La Forma Dell’Acqua fermo a 3 su 12. Guillermo del Toro è comunque riuscito a portare a casa il premio al miglior regista.
Una statuetta anche per Chiamami Col Tuo Nome di Luca Guadagnino: miglior sceneggiatura non originale a James IvoryGary Oldman ha continuato la sua marcia trionfale incassando il premio di miglior attore per L’Ora Più Buia.
A seguire l’elenco con tutti i vincitori:
MIGLIOR FILM
Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Graham Broadbent, Pete Czernin e Martin McDonagh)
Chiamami col tuo nome (Emilie Georges, Luca Guadagnino, Marco Morabito e Peter Spears)
L’ora più buia (Tim Bevan, Lisa Bruce, Eric Fellner, Anthony McCarten e Douglas Urbanski)
Dunkirk (Christopher Nolan e Emma Thomas)
La forma dell’acqua – The Shape of Water (Guillermo del Toro e J. Miles Dale)
MIGLIOR REGISTA
Guillermo del Toro – La forma dell’acqua – The Shape of Water 
Luca Guadagnino – Chiamami col tuo nome
Christopher Nolan – Dunkirk
Martin McDonagh – Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Denis Villeneuve – Blade Runner 2049
MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE
Martin McDonagh – Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Jordan Peele – Scappa – Get Out
Steven Rogers – Tonya
Greta Gerwig – Lady Bird
Guillermo del Toro e Vanessa Taylor – La forma dell’acqua – The Shape of Water
MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
James Ivory – Chiamami col tuo nome
Armando Iannucci, Ian Martin e David Schneider – Morto Stalin, se ne fa un altro
Matt Greenhalgh – Film Stars Don’t Die in Liverpool
Aaron Sorkin – Molly’s Game
Simon Farnaby e Paul King – Paddington 2
MIGLIOR FILM BRITANNICO
Tre manifesti a Ebbing, Missouri, regia di Martin McDonagh
L’ora più buia (Darkest Hour), regia di Joe Wright
Morto Stalin, se ne fa un altro, regia di Armando Iannucci
God’s Own Country, regia di Francis Lee
Lady Macbeth, regia di William Oldroyd
Paddington 2, regia di Paul King
MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Gary Oldman – L’ora più buia
Daniel Day-Lewis – Il filo nascosto
Daniel Kaluuya – Scappa – Get Out
Jamie Bell – Film Stars Don’t Die in Liverpool
Timothée Chalamet – Chiamami col tuo nome
MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA
Frances McDormand – Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Margot Robbie – Tonya
Sally Hawkins – La forma dell’acqua – The Shape of Water
Saoirse Ronan – Lady Bird
Annette Bening – Film Stars Don’t Die in Liverpool
MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Sam Rockwell – Tre manifesti a Ebbing, Missouri 
Willem Dafoe – The Florida Project
Hugh Grant – Paddington 2
Woody Harrelson – Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Christopher Plummer – Tutti i soldi del mondo
MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
Allison Janney – Tonya
Kristin Scott Thomas – L’ora più buia
Lesley Manville – Il filo nascosto
Laurie Metcalf – Lady Bird
Octavia Spencer – La forma dell’acqua – The Shape of Water
MIGLIOR FOTOGRAFIA
Roger Deakins – Blade Runner 2049
Bruno Delbonnel – L’ora più buia
Hoyte van Hoytema – Dunkirk
Dan Laustsen – La forma dell’acqua – The Shape of Water
Ben Davis – Tre manifesti a Ebbing, Missouri
MIGLIOR COLONNA SONORA
Alexandre Desplat – La forma dell’acqua – The Shape of Water
Jonny Greenwood – Il filo nascosto
Hans Zimmer – Dunkirk
Dario Marianelli – L’ora più buia
Benjamin Wallfisch e Hans Zimmer – Blade Runner 2049
MIGLIOR SONORO
Richard King, Gregg Landaker, Gary A. Rizzo e Mark Weingarten – Dunkirk
Tim Cavagin, Mary H. Ellis e Julian Slater – Baby Driver – Il genio della fuga
Ron Bartlett, Doug Hemphill, Mark Mangini e Mac Ruth – Blade Runner 2049
Christian Cooke, Glen Gauthier, Nathan Robitaille e Brad Zoern – La forma dell’acqua – The Shape of Water
Ren Klyce, David Parker, Michael Semanick, Stuart Wilson e Matthew Wood – Star Wars: Gli ultimi Jedi
MIGLIOR SCENOGRAFIA
Sarah Greenwood e Katie Spencer – La bella e la bestia
Dennis Gassner e Alessandra Querzola – Blade Runner 2049
Sarah Greenwood e Katie Spencer – L’ora più buia
Nathan Crowley e Gary Fettis – Dunkirk
MIGLIORI EFFETTI SPECIALI
Gerd Nefzer e John Nelson – Blade Runner 2049
Scott Fisher e Andrew Jackson – Dunkirk
Dennis Berardi, Trey Harrell e Kevin Scott – La forma dell’acqua – The Shape of Water
Stephen Aplin, Chris Corbould, Ben Morris, and Neal Scanlan – Star Wars: Gli ultimi Jedi
Daniel Barrett, Dan Lemmon, Joe Letteri, and Joel Whist – The War – Il pianeta delle scimmie
MIGLIORI COSTUMI
Mark Bridges – Il filo nascosto
Jacqueline Durran – La bella e la bestia
Jacqueline Durran – L’ora più buia
Jennifer Johnson – Tonya
Luis Sequeira – La forma dell’acqua – The Shape of Water
MIGLIOR TRUCCO
David Malinowski, Ivana Primorac, Lucy Sibbick e Kazuhiro Tsuji – L’ora più buia
Donald Mowat e Kerry Warn – Blade Runner 2049
Deborah La Mia Denaver e Adruitha Lee – Tonya
Daniel Phillips – Vittoria e Abdul
Naomi Bakstad, Robert A. Pandini e Arjen Tuiten – Wonder
MIGLIOR MONTAGGIO
Jonathan Amos e Paul Machliss – Baby Driver – Il genio della fuga
Joe Walker – Blade Runner 2049
Lee Smith – Dunkirk
Sidney Wolinsky – La forma dell’acqua – The Shape of Water
Jon Gregory – Tre manifesti a Ebbing, Missouri
MIGLIOR DEBUTTO DI UNO SCENEGGIATORE/REGISTA/PRODUTTORE BRITANNICO
Rungano Nyoni (sceneggiatrice, regista), Emily Morgan (produttrice) – I Am Not a Witch
Gareth Tunley (sceneggiatore, regista, produttore), Jack Healy Guttman e Tom Meeten (produttori) – The Ghoul
Johnny Harris (sceneggiatore, produttore), Thomas Napper (regista) – Jawbone
Lucy Cohen (regista) – Kingdom of Us
Alice Birch (sceneggiatrice), William Oldroyd (regista), Fodhla Cronin O’Reilly (produttrice) – Lady Macbeth
MIGLIOR DOCUMENTARIO
I Am Not Your Negro, regia di Raoul Peck
City of Ghosts, regia di Matthew Heineman
Icarus, regia di Bryan Fogel
Una scomoda verità 2, regia di Bonni Cohen e Jon Shenk
Jane, regia di Brett Morgen
MIGLIOR FILM STRANIERO
Agassi (아가씨), regia di Park Chan-wook – Corea del Sud
Per primo hanno ucciso mio padre, regia di Angelina Jolie – Cambogia
Loveless, regia di Andrej Petrovič Zvjagincev – Russia
Elle, regia di Paul Verhoeven – Francia, Belgio, Germania
Il cliente (Forushandeh), regia di Asghar Farhadi – Iran
MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE
Coco, regia di Lee Unkrich e Adrian Molina
Loving Vincent, regia di Dorota Kobiela e Hugh Welchman
La mia vita da Zucchina (Ma vie de Courgette), regia di Claude Barras
MIGLIOR CORTO
Cowboy Dave, regia di Colin O’Toole
Aamir, regia di Vika Evdokimenko
A Drowning Man, regia di Mahdi Fleifel
Work, regia di Aneil Karia
Wren Boys, regia di Harry Lighton
MIGLIOR CORTO ANIMATO
Poles Apart, regia di Paloma Baeza e Ser En Low
Have Heart, regia di Will Anderson
Mamoon, regia di Ben Steer
STELLA EMERGENTE 
Daniel Kaluuya
Josh O’Connor
Tessa Thompson
Florence Pugh
Timothée Chalamet