Alien: Covenant, rivelate le origini dello Xenomorfo

0
61
alien covenant xenomorfo
alien covenant xenomorfo
Alien: Covenant, rivelate le origini dello Xenomorfo
Nelle scorse settimane, durante la notte di apertura del festival del cinema SXSW, Ridley Scott ha fatto proiettare Alien del 1979 con un’aggiunta esclusiva: un’anteprima di alcune scene di Alien: Covenant.
I 20 minuti mostrati sono focalizzati su due dei momenti cardine del film, rivelando una cosa che cambia completamente il significato della saga, per come l’abbiamo conosciuta in questi 38 anni.
Alien è sempre stato basato sul conflitto tra natura e uomo. L’uomo ha dalla sua parte la tecnologia ma quando si scatena la forza della natura (gli alieni in questo caso), c’è poco da fare.
Nella scena finale dell’anteprima, l’androide interpretato da Michael Fassbender porta Billy Crudup nel suo laboratorio degli orrori e gli mostra diverse mutazioni delle creature, spiegando che ha cercato di capire gli alieni scoperti in Prometheus, arrivando a crearne delle nuove versioni. Spiega però che manca un ultimo pezzo del puzzle. Lo porta quindi in una piccola camera in cui ci sono quattro uova che sembrano uguali a quelle dell’Alien originale e rivela che il tassello finale del puzzle è una madre.
Insomma, l’alieno che abbiamo visto nel film del 1979 non può più essere un rappresentante della forza della natura ma è la creazione volontaria di un androide. Una novità che sconvolge l’intero franchise.
Ridley Scott ha detto di non voler svelare altro e che questo tema sarà centrale in Alien: Covenant.
Fonte: The Verge