The Hateful Eight: la versione in pellicola 70mm sarà più lunga di quella in digitale!

0
1837

1415353593_quentin-tarantino-hateful-eight

In tutta onestà, dobbiamo ammettere che in redazione non riusciamo più a nascondere la curiosità di vedere l’ottava meraviglia cinematografica del regista Quentin Tarantino, The Hateful Eight, a maggior ragione se lo stesso regista  ha voluto precisare che la versione in pellicola 70mm (di cui è un grande estimatore) sarà più lunga rispetto di quella in digitale. Un ottimo presupposto per farci soffrire molto lentamente.
Scherzi a parte, il regista durante un’intervista rilasciata a Variety ha così spiegato la scelta:
La versione in 70mm ha un prologo e un intermezzo, e durerà 3 ore e 2 minuti. Quella da multiplex è più corta di circa 6 minuti, senza contare l’intermezzo, che dura circa 12 minuti.
Ben 18 minuti in più! Come saprete Tarantino è un fervido difensore della vecchia pellicola e della celluloide e i tagli effettuati per le neonate sale multiplex sono dovuti al fatto che alcune scene acquistano bellezza solo sui vecchi cinema a grande schermo, così come Sergio Leone proiettava i suoi film nei vecchi Supercinema (sale enormi con 2500 posti, schermi in formato panoramico e un audio adeguato che oggi purtroppo non esistono più).

supercinema

“Non volevo nemmeno trattare l’uscita nei multiplex come una versione secondaria. Il 70 mm resta. Hai pagato, hai comprato il biglietto e ci sei, ti ho preso. Ma ho cambiato leggermente il montaggio di un paio delle scene della versione per multiplex perché non è solo per il cinema. Poi lo vedrai su Showtime Extreme, in tv, seduto sul tuo divano, o magari da Hot Dog on a Stick quando vuoi vederti un film. Non mi rendevo conto di come la proiezione in 35 mm fosse una causa persa, ma non sapevo nemmeno quanto gli altri sarebbero stati eccitati dalla versione in 70. Spero che Hateful Eight vada abbastanza bene da diventare, per i cineasti che ci tengono, un nuovo tipo di anteprima per lanciare il loro film in modo esclusivo.”

quentin_tarantino_and_robert_richardson

Purtroppo per ora in Italia è infattibile, lo stesso regista ha affidato la conversione di 50 sale negli Stati UnitiDan Sasaki, ingegnere ottico della Panavision che ha così commentato l’operazione:
Vuole davvero riportare la gente al cinema. Non potrete viverlo allo stesso modo a casa. Lui ha fatto qualcosa di veramente grandioso nel riportare quell’esperienza in sala. Quentin voleva un western epico, qualcosa che non si vedesse da tantissimo tempo e che lasciasse la gente a bocca aperta. Quando ha visto il test di prova ha iniziato a saltare sulla poltrona.
The Weinstein Company rilascerà la pellicola in alcune sale selezionate a Natale in formato 70 mm e a partire dall’8 gennaio 2016 in formato digitale nei restanti cinema. In Italia il film verrà distribuito da 01 Distribution il 4 febbraio 2016.