Peter Jackson dirigerà un documentario sulla Prima Guerra Mondiale

0
64
Peter Jackson documentario
Peter Jackson dirigerà un documentario sulla Prima Guerra Mondiale
Peter Jackson documentario
Peter Jackson dirigerà un documentario sulla Prima Guerra Mondiale
Secondo quanto rivelato da Deadline, Peter Jackson dirigerà un documentario sulla Prima Guerra Mondiale.
Il film sarà composto da esclusive immagini conservate nell’archivio cinematografico dell’Imperial War Museums e dal sonoro proveniente dagli archivi della BBC.
La premiere si terrà al BFI London Film Festival 2018, mentre Trafalgar Releasing proietterà il film in diversi cinema inglesi. In seguito il docufilm andrà in onda su BBC One, accompagnato da un ‘making-of’ e un dietro le quinte con interviste a Peter Jackson e uno sguardo all’innovativo processo di realizzazione. Infatti le immagini saranno restaurate, colorate a mano e digitalizzate in 3D, in un nuovo modo mai visto prima d’ora.
Il documentario, ancora senza titolo, è prodotto dalla casa di produzione neozelandese di Peter Jackson WingNut Films, dalla House Productions di Tessa Ross e da 14-18 Now, il programma artistico ufficiale inglese in onore del Centenario della Prima Guerra Mondiale. 
Peter Jackson in merito al progetto ha dichiarato:
“Sono sempre stato affascinato dalla Prima Guerra Mondiale grazie alla storia della mia famiglia, e il Centenario mi è sembrato come l’unica opportunità per dare il mio personale contributo alla commemorazione. Ho voluto trovare il modo di dare nuova vita alle storie di persone ordinarie attraverso tempi straordinari”.
Jenny Waldman, direttore di 14-18 Now, ha aggiunto:
“Quando Peter ed io ci siamo incontrati per la prima volta, mi ha detto che voleva creare un film che avrebbe portato l’esperienza della Prima Guerra Mondiale in vita per le giovani persone di oggi. Questo è esattamente il nostro obiettivo per questa stagione di 14-18 NOW. Siamo deliziati a lavorare con un regista così eccezionale su questa innovativa e visionaria produzione, che renderà possibile a tutti gli studenti delle medie di vedere il film”.