1922: il trailer del film Netflix tratto dal racconto di Stephen King

0
853
1922 trailer
Thomas Jane in un'immagine del film Netflix 1922
1922
Thomas Jane in un’immagine del film Netflix 1922, tratto dal racconto di Stephen King
Netflix ha diffuso in rete il trailer ufficiale di 1922, film basato sull’antologia di racconti di Stephen King, pubblicata in Italia con il titolo Notte buia, niente stelle.
Diretto da Zak Hilditch, il lungometraggio vede nel cast Thomas Jane, Dylan Schmid, Molly Parker, Brian d’Arcy James, Neal McDonough e Kaitlyn Bernard.
1922 sarà disponibile sulla piattaforma a partire dal 20 ottobre.
Potete ammirare il trailer qui sotto:

A seguire la sinossi del romanzo (via Amazon):
Un agricoltore uccide la moglie e la getta in un pozzo. La sua colpa? Voler vendere un lotto di terra ricevuto in eredità. “La terra è affare dell’uomo, non della donna.” Siamo in Nebraska nel 1922. Tess scrive gialli “rassicuranti”, popolati da vecchiette che giocano ai detective. Una sera, viene aggredita e stuprata da un misterioso “gigante”. Creduta morta e lasciata in un canale di scolo, sopravvive e medita vendetta. Streeter, bancario malato di cancro, incontra il Diavolo nelle fattezze di un venditore ambulante. L’affare che conclude decide la sorte del suo migliore amico, colpevole di avergli rubato la ragazza tanti anni prima. Due anni dopo le nozze d’argento, Darcy scopre che suo marito custodisce in garage un segreto. Un fiume di pazzia scorre sotto il prato fiorito del loro matrimonio. Che fare? Tirare avanti come prima o cercare una via d’uscita? I quattro nerissimi romanzi brevi raccolti in questo libro parlano di donne uccise, seviziate o comunque “rimesse al loro posto”. È in corso, nel nostro Occidente, una guerra contro “l’altra metà del cielo”. La combattono maschi frustrati, impauriti, resi folli dalla perdita del loro potere. Come in Dolores Claiborne, Stephen King esplora la psiche di donne forti che non accettano i soprusi e, quasi sempre, trovano la propria rivalsa. Che non coincide per forza con un “lieto fine”.