My name is Emily: dal 1° novembre al cinema il film di Simon Fitzmaurice

0
71
My name is Emily
Il poster ufficiale di My name is Emily
My name is Emily
Il poster ufficiale di My name is Emily
Arriverà nelle sale italiane il mercoledì 1° novembre 2017 My name is Emily, il primo film scritto e diretto dal regista Simon Fitzmaurice.
Codistribuito da CineMAF e da Tycoon Distribution, il lungometraggio segna il ritorno sul grande schermo dell’attrice irlandese Evanna Lynch, già nota al pubblico per aver interpretato il ruolo della stravagante Luna Lovegood negli ultimi quattro episodi della saga di Harry Potter. Al suo fianco, il giovane interprete George Webster e l’attore e comico irlandese Michael Smiley.
Dopo la morte della madre e l’internamento del padre Robert (Michael Smiley) in una clinica psichiatrica, Emily (Evanna Lynch) viene affidata a una famiglia adottiva e inizia a frequentare una nuova scuola dove fatica a integrarsi. Quando, per la prima volta, nel giorno del suo sedicesimo compleanno non riceve l’annuale biglietto d’auguri da parte del padre, Emily intuisce che qualcosa non va. La ragazza decide di risolvere da sé la questione e, chiedendo aiuto ad Arden (George Webster), l’unica persona che le abbia offerto la propria amicizia nella nuova scuola, decide di partire per liberare il padre dalla clinica in cui è ricoverato. I due giovani, accompagnati dall’intensa colonna sonora firmata dal pluripremiato compositore Stephen McKeon, iniziano così un viaggio attraverso l’Irlanda del Nord che li porterà a conoscersi, ad aprirsi all’ignoto e a fidarsi dell’altro.
Attraverso una narrazione ricca di flashback e riferimenti letterari, da Platone (Il mito della caverna, La Repubblica), a Wordsworth (Ode: intuizioni di immortalità nei ricordi dell’infanzia) e Steinbeck (Furore), il film invita a riflettere sui significati di vita e di morte, giocando con gli aforismi “I fatti sono soltanto punti di vista” e “Se ti nascondi dalla morte, ti nascondi dalla vita”.
Il regista Fitzmaurice, affetto da sclerosi laterale amiotrofica (SLA) e completamente paralizzato, ha scritto la sceneggiatura, comunicato con la troupe e diretto il cast durante le riprese, grazie all’Eye Gaze, un software di riconoscimento dell’iride.
My name is Emily sarà proiettato mercoledì 11 ottobre alle ore 20.30 al Cinema del Carbone durante gli Incontri del Cinema d’Essai di Mantova, organizzati dalla FICE.
Fonte e Poster: Ufficio Stampa