David di Donatello 2018: trionfano i Manetti con Ammore e malavita – I vincitori

0
46
david di donatello 2018
david di donatello 2018
David di Donatello 2018: trionfano i Manetti Bros. – Tutti i vincitori
È stata una cerimonia, quella dei David di Donatello 2018, all’insegna della napoletanità.
A trionfare alla 63esima edizione della manifestazione sono stati i Manetti Bros. con il loro crime-musical Ammore e Malavita. L’opera, che aveva ricevuto 15 candidature, si è aggiudicata la statuetta come Miglior Film, Miglior Attrice Protagonista (Claudia Gerini) e Migliore Canzone Originale (Bang Bang).
La serata, presentata da Carlo Conti e ritornata alla Rai dopo gli ultimi due anni di gestione Sky, è stata anticipata dal consueto incontro al Quirinale, in mattinata, con il Presidente Sergio Mattarella.
«Il cinema è un volano dell’immagine e della qualità italiana, un bene comune, un tesoro da valorizzare e promuovere» (Sergio Mattarella)
La grande rivelazione della kermesse è Nico, 1988, della regista Susanna Nicchiarelli, che dopo aver vinto nella sezione “Orizzonti” della Mostra del Cinema di Venezia ha conquistato 4 David, fra cui quello per la Migliore Sceneggiatura Originale.
Non sono mancati i premi alla carriera a Steven Spielberg, Diane Keaton (ringraziando Woody Allen ha fatto scendere il gelo nella sala) e all’amata Stefania Sandrelli.
A seguire tutti i vincitori:

MIGLIOR FILM
A Ciambra 
Ammore e malavita 
Gatta Cenerentola 
La tenerezza
Nico, 1988 

MIGLIOR REGIA
Jonas Carpignano (A Ciambra)

Manetti Bros. (Ammore e Malavita)
Gianni Amelio (La tenerezza)
Ferzan Ozpetek (Napoli velata)
Paolo Genovese (The Place)

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE
Cosimo Gomez (Brutti e cattivi)
Roberto De Paolis (Cuori puri)
Andrea Magnani (Easy – Un viaggio facile facile)
Andrea De Sica (I figli della notte)
Donato Carrisi (La ragazza nella nebbia)

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE
A Ciambra
Ammore e malavita
La ragazza nella nebbia
Nico, 1988
Tutto quello che vuoi

MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
La guerra dei cafoni
La tenerezza
Sicilian Ghost Story
The Place
Una questione privata 

MIGLIOR PRODUTTORE
A Ciambra 
Ammore e malavita
Gatta Cenerentola
Nico, 1988
Smetto quando voglio Saga

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Paola Cortellesi (Come un gatto in tangenziale)
Jasmine Trinca (Fortunata)
Valeria Golino (Il colore nascosto delle cose)
Giovanna Mezzogiorno (Napoli velata)
Isabella Ragonese (Sole cuore amore)

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Antonio Albanese (Come un gatto in tangenziale)
Nicola Nocella (Easy – Un viaggio facile facile)
Renato Carpentieri (La tenerezza)
Alessandro Borghi (Napoli velata)
Valerio Mastandrea (The Place)

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Claudia Gerini (Ammore e malavita)
Sonia Bergamasco (Come un gatto in tangenziale)
Micaela Ramazzotti (La tenerezza)
Anna Bonaiuto (Napoli velata)
Giulia Lazzarini (The Place)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Carlo Buccirosso (Ammore e malavita)
Alessandro Borghi (Fortunata)
Elio Germano (La tenerezza)
Peppe Barra (Napoli velata)
Giuliano Montaldo (Tutto quello che vuoi)

MIGLIOR AUTORE DELLA FOTOGRAFIA
A Ciambra
Malarazza – Una storia di periferia 
Napoli velata 
Sicilian Ghost Story
The Place 

MIGLIORE MUSICISTA
Ammore e malavita
Gatta Cenerentola
La tenerezza
Napoli velata
Nico 1988

MIGLIORE SCENOGRAFO
Ammore e malavita 
Brutti e cattivi 
La ragazza nella nebbia
La tenerezza
Napoli velata
Riccardo va all’inferno 

MIGLIORE COSTUMISTA
Agadah 
Ammore e malavita 
Brutti e cattivi 
Napoli velata 
Riccardo va all’inferno 

MIGLIOR TRUCCATORE
Ammore e malavita 
Brutti e cattivi 
Fortunata 
Napoli velata 
Nico 1988 
Riccardo va all’inferno 
MIGLIOR ACCONCIATORE
Ammore e malavita 
Brutti e cattivi 
Fortunata 
Nico 1988 
Riccardo va all’inferno 

MIGLIORE MONTATORE
A Ciambra 
Ammore e malavita 
La ragazza nella nebbia 
Nico 1988 
The Place 

MIGLIOR SUONO
A Ciambra 
Ammore e malavita
Gatta Cenerentola 
Napoli velata 
Nico 1988

MIGLIORI EFFETTI DIGITALI

Addio fottuti musi verdi 
Ammore e malavita 
Brutti e cattivi
Gatta Cenerentola
Monolith 

MIGLIOR DOCUMENTARIO

’78 – Vai piano ma vinci 
Evviva Giuseppe 
La lucida follia di Marco Ferreri 
Saro
The Italian Jobs 

MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA

120 battiti al minuto
Borg McEnroe 
Elle 
Loving Vincent 
The Square 

MIGLIOR FILM STRANIERO

Dunkirk 
L’insulto 
La La Land 
Loveless 
Manchester by the Sea 

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

Bismillah
Confino 
La giornata 
Mezzanotte zero zero
Pazzo & Bella