Coronavirus: cinema chiusi nel Nord Italia, rimandata l’uscita di Volevo Nascondermi e Si Vive una Volta Sola

0
125
Coronavirus Lombardia
Le misure di sicurezza prese dalla Regione Lombardia per affrontare l’Emergenza Coronavirus
L’Emergenza Coronavirus sta mettendo letteralmente in ginocchio il Nord Italia: sono 212 i casi attualmente confermati, la maggior parte dei quali in Lombardia.
Nella suddetta regione (così come in Piemonte, Veneto ed Emilia), si è deciso di prendere drastiche misure di sicurezza, bloccando di fatto ogni sorta di evento pubblico al chiuso, proiezioni cinematografiche comprese.
Ecco la comunicazione ufficiale rilasciata sul sito della Regione Lombardia:
“Regione Lombardia, in relazione all’evolversi della diffusione del Coronavirus, sta predisponendo una Ordinanza, firmata dal presidente Attilio Fontana di concerto con il ministro della salute Roberto Speranza, valida per tutto il territorio lombardo. Il documento, non appena emanato, sarà trasmesso a tutti i Prefetti delle Province lombarde per la tempestiva comunicazione ai sindaci. L’ordinanza sarà efficace fino a un nuovo provvedimento.
Tra i provvedimenti previsti, sono contemplati:
1) la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico;
2) sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per gli anziani ad esclusione degli specializzandi e tirocinanti delle professioni sanitarie, salvo le attività formative svolte a distanza;
3) sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura;
L’ordinanza, i cui contenuti puntuali saranno resi noti nelle prossime ore, sarà soggetta a modifiche al seguito dell’evolversi dello scenario epidemiologico.
Raccomandiamo a tutti i cittadini di rispettare le misure igieniche per le malattie a diffusione respiratoria quali:
1) lavarsi spesso le mani con soluzioni idroalcoliche,
2) evitare i contatti ravvicinati con le persone che soffrono di infezioni respiratorie,
3) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani,
4) coprirsi naso e bocca se si starnutisce o tossisce,
5) non prendere antivirali o antibiotici se non prescritti,
6) contattare il numero verde regionale solo per la zona di Codogno interessati dall’ordinanza 800.89.45.45 o il 112 se hai febbre o tosse o sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni.”
Repubblica riporta invece quella che è la situazione in Veneto:
“Saltano le manifestazioni in onore del Carnevale a Venezia e in tutto il Veneto si fermano scuole ed eventi. “Abbiamo firmato con il ministro Speranza l’ordinanza con la quale vengono bloccate, Carnevale di Venezia compreso, tutte le manifestazioni pubbliche, private, la chiusura delle scuole e dei musei fino al primo di marzo”. Lo ha annunciato il presidente del Veneto, Luca Zaia, durante l’unità di crisi a Marghera. Il governatore, che ha sottolineato che sono state assunte misure drastiche, ha precisato che nei prossimi giorni in Veneto saranno evitate “tutte quelle che sono le aggregazioni, private e pubbliche.”
Coronavirus Elio Germano Volevo Nascondermi
Ospite a “Che Tempo Che Fa”, Elio Germano annuncia lo slittamento di release per “Volevo Nascondermi”
Due delle pellicole che sarebbero dovute uscire in questi giorni, Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti (release prevista: 27 febbraio) e Si Vive una Volta Sola di Carlo Verdone (release prevista: 26 febbraio), subiranno ovviamente uno slittamento, anche se la nuova data è ancora da definirsi.
Ad annunciare il rinvio del biopic dedicato alla figura del pittore Antonio Ligabue, ci ha pensato lo stesso protagonista Elio Germano, durante un’intervento al programma Che Tempo Che Fa di Fabio Fazio:
“Il film non uscirà giovedì. In questo momento in cui tutto è in discussione, i cinema chiudono e i film sono rimandati a data da destinarsi, speriamo il prima possibile.”
Invitato da Mara Venier al programma Domenica In, Verdone ha invece commentato così l’attuale situazione:
“Siamo nelle mani dei medici, virologi e infettivologi. Comunque dobbiamo essere fiduciosi, sono sicuro che l’emergenza rientrerà e presto avremo anche un vaccino, le notizie che arrivano dall’Australia sono positive.”
Vi terremo aggiornati!