Venezia 76: svelato il programma completo

0
130
Il programma di Venezia 76 è ora disponibile
Ci siamo. Tra un mese e qualche giorno inizierà la 76.esima edizione della Mostra del cinema di Venezia. Come ogni anno il presidente della Biennale di Venezia Paolo Baratta e il direttore del festival Alberto Barbera hanno riunito giornalisti e appassionati collegati via streaming per svelare l’intero programma di Venezia 76.
Dopo le previsioni rilasciate online da siti come Deadline e Variety, sono molte le conferme uscite da questa conferenza (Joker in primis), ma numerose sono anche le sorprese che hanno lasciato a bocca aperta il pubblico accorso al cinema The Space di Roma.
Partiamo dalla sezione più importante, quella dei film “in concorso”. Oltre al film di apertura annunciato qualche settimana fa (The Truth di Hirokazu Kore-eda) a sfilare sul red carpet di Venezia 76 saranno film di ogni genere e pronti a soddisfare tutti i gusti.
Qui l’elenco completo:
La Vérité di Kore-eda Hirokazu
The Perfect Candidate di Haifaa Al-Mansour
About Endlessness di Roy Andersoon
Wasp Network di Olivier Assayas con Penélope Cruz, Gael Garcìa Bernal, Edgar Ramirez
Marriage Story di Noah Baumbach con Scarlett Johansson, Adam Driver, Laura Dern
Guest of Honour di Atom Egoyan con David Thewlis, Luke Wilson
Ad Astra di James Gray con Brad Pitt, Tommy Lee Jones, Liv Tyler
A Herdade di Tiago Guedes
Gloria Mundi di Robert Guédiguian
Waiting for the Barbarians di Ciro Guerra con Johnny Depp, Mark Rylance, Robert Pattinson
Ema di Pablo Larraìn con Mariana Di Girolamo e Gael Garcia Bernal
Lan Xin Da Ju Yuan (Saturday Fiction) di Lou Ye
Martin Eden di Pietro Marcello con Luca Marinelli, Jessica Cressy
La mafia non è più quella di una volta di Franco Maresco
The Painted Bird di Vaclav Marhoul con Harvey Keitel e Stellan Skarsgard
Il sindaco del rione Sanità di Mario Martone con Francesco Di Leva, Massimiliano Gallo
Babyteeth di Shannon Murphy con Toby Wallace, Eliza Scanlen
Joker di Todd Phillips con Joaquin Phoenix, Robert De Niro
J’accuse di Roman Polanski con Jean Dujardin, Louis Garrel, Emmanuelle Seigner
The Laundromat di Steven Soderbergh con Maryl Streep, Gary Oldman, Antonio Banderas
Ji Yuan Tai Qi Hao (No.7 Cherry Lane) di Yonfan
Per quanto riguarda la sezione dei film fuori concorso anche quest’anno non ha nulla da invidiare a quella della selezione ufficiale. Qui la parte dedicata ai documentari.
Woman di Yann Arthus-Bertrand e Anastasia Mikova
Roger Waters US + Them di Sean Evans, Roger Waters
I diari di Angela – Noi due cineasti, capitolo secondo
Citizen K di Alex Gibney
Citizen Rosi di Didi Gnocchi, Carolina Rosi
The Kingmaker di Lauren Greenfield
State Funeral di Sergei Loznitsa
Colectiv (Collective) di Alexander Nanau
45 seconds of laughter di Tim Robbins
Il pianeta in mare di Andrea Segre
No one left behind di Guillermo Arriaga
Eletric Swan di Konstantina Kotzamani
Never just a dream: Stanley Kubrick and Eyes Wide Shut di Matt Wells
E qui quella di fiction
Zerozerozero (episodi 1 e 2) di Stefano Sollima con Andrea Riseborough, Dane DeHaan, Gabriel Byrne
The New Pope (episodi 2 e 7) di Paolo Sorrentino con Jude Law, John Malkovich, Silvio Orlando
Irréversible – Inversion intégrale di Gaspar Noé con Monica Bellucci, Vincent Cassel
The Burnt Orange Heresy di Giuseppe Capotondi
Seberg di Benedict Andrews con Kristen Stewart, Jack O’Connell, Anthony Mackie, Vince Vaughn
Vivere di Francesca Archibugi con Micaela Ramazzotti
Mosul di Matthew Michael Carnahan
Adults in the room di Costa-Gavras
The King di David Michod con Timothée Chalamet, Joel Edgerton, Robert Pattinson, Ben Mendelsohn
Tutto il mio folle amore di Gabriele Salvatores con Claudio Santamaria, Valeria Golino
Interessante anche la sezione “Orizzonte” che gli anni scorsi ci ha regalato opere di notevole impatto e prestigio come Nico, 1988 e, soprattutto, Sulla mia pelle di Alessio Cremonini con Alessandro Borghi nei panni di Stefano Cucchi. Quest’anno a prendere il testimone di film di apertura sarà. Qui l’elenco completo.
Pelican Blood di Katrin Gebbe con Nina Hoss film d’apertura
Zumiriki di Oskar Alegria
Bik Eneich – Un Fils di Mehdi M. Barsaoui
Blanco en Blanco di Théo Court
Mes Jours de Gloire di Antoine De Bary con Vincent Lacoste
Vevia di Nunzia De Stefano con Virginia Apicella
Moffie di Oliver Hermanus con Kai Luke Brummer, Matthew Vey
Hava, Maryam, Ayesha di Sahraa Karimi
Rialto di Peter Mackie Burns
Borotmokmedi (The Criminal Man) di Dmitry Mamuliya
Revenir di Jessica Palud
Giants Being Lonely di Grear Patterson con Jack Irving, Ben Irving, Lily Gavin
Qiqiu (Baloon) di Pema Tseden
Verdict di Raymund Ribay Gutierrez
Metri Shesho Nim (Just 6.5) di Saeed Roustaee
Chola (Shadow of Water) di Sasidharan Sanal Kumar
Sole di Carlo Sironi
Madre di Rodrigo Sorogoyen con Marta Nieto, Jules Porier
Atlantis di Valentyn Vasyanovych
Non può mancare anche quest’anno la giuria internazionale formata da 9 membri appartenenti a ogni campo del cinema e chiamata a selezionare i titoli e le performance più notevoli. Presieduta da Lucrecia Martel a far parte della giuria quest’anno saranno: Piers Handling (critico e storico), Jennifer Kent (regista), Stacy Martin (attrice), Rodrigo Prieto (direttore  della fotografia), Tsukamoto Shinya (regista) e Paolo Virzì.
Venezia 76 si svolgerà a Lido di Venezia dal 28 agosto al 7 settembre. Per tutte le informazioni vi rimandiamo al sito della Biennale.